imagealt

Costruzioni, Ambiente e Territorio

Il Diplomato in Costruzioni, Ambiente e Territorio ha una solida preparazione di base nell’apprendimento delle materie tecniche. E' prevista inoltre l'acquisizione di competenze operative attraverso l’uso di software CAD, operando in laboratorio tecnologico e in cantieri didattici. Fulcro della specializzazione è l’area progettuale, unitamente a una preparazione in campo estimativo.

 
IL QUADRO ORARIO
INDIRIZZO:                  “COSTRUZIONI, AMBIENTE E TERRITORIO”
ARTICOLAZIONE:        “COSTRUZIONI, AMBIENTE E TERRITORIO”
 
DISCIPLINE DEL
PIANO DI STUDI
Orario settimanale
COSTRUZIONI, AMBIENTE E TERRITORIO
TERZA
QUARTA
QUINTA
Lingua e letteratura italiana
4
4
4
Lingua inglese
3
3
3
Storia
2
2
2
Matematica
3
3
3
Complementi di matematica
1
1
 
Scienze motorie e sportive
2
2
2
Religione cattolica o attività alternative
1
1
1
Gestione del cantiere e sicurezza dell’ambiente di lavoro
2
2
2
Progettazione, Costruzioni e Impianti
7
6
7
Geopedologia, Economia, ed Estimo
3
4
4
Topografia
4
4
4
di cui in LABORATORIO
(8)
(9)
(10)
 TOTALE
32
32
32
 
 
PROFILO DEL DIPLOMATO
 

La preparazione si basa prevalentemente sul possesso di capacità grafico-progettuali relative ai settori del rilievo e delle costruzioni e di concrete conoscenze inerenti l’organizzazione, la gestione, la produzione edilizia, la gestione del cantiere, gli aspetti del terreno, gli aspetti economici, amministrativi estimativi nonché il rilievo topografico.

Il livello di formazione, orientato verso una operatività professionale di grado intermedio, sarà raggiunto tramite l’acquisizione dei principi e dei metodi fondamentali delle aree di competenza.

Inoltre esercitazioni e incontri con esperienze reali renderanno familiari all’allievo le moderne tecniche operative e ne stimoleranno la propensione al continuo aggiornamento.

 

  

DISCIPLINE CARATTERIZZANTI
 
GESTIONE DEL CANTIERE E SICUREZZA DELL’AMBIENTE DI LAVORO
 

La disciplina insegna all’allievo come si gestisce e si organizza un cantiere: programmando le varie fasi di lavoro, prendendo in considerazione le interferenze presenti tra le varie operazioni, valutando i rischi e adottando tutte le misure necessarie per la sicurezza dei lavoratori. Verrà analizzata distintamente la fase progettuale da quella esecutiva, evidenziando inoltre i soggetti, gli obblighi e le relative responsabilità.

 
PROGETTAZIONE, COSTRUZIONI E IMPIANTI

Progettazione: la disciplina si occupa del disegno tecnico specifico per la rappresentazione grafica di edifici sempre più complessi (civili abitazioni, capannoni artigianali, edifici pubblici o agricoli) fino alla progettazione autonoma degli stessi. Si studieranno i materiali da costruzione e si approfondiranno le normative che disciplinano l’urbanistica ed il mondo delle costruzioni in generale.Costruzioni: la disciplina, strettamente connessa con quella di “Progettazione”, si prefigge il compito di fornire all’allievo le conoscenze basilari della statica degli edifici per poter poi affrontare il calcolo strutturale che accompagna e definisce la fase progettuale.Impianti: la disciplina studia e valuta il corretto inserimento degli impianti principali (elettrico, termoidraulico e fognario) all’interno e all'esterno degli organismi edilizi.

 

GEOPEDOLOGIA, ECONOMIA ED ESTIMO

Geopedologia: è lo studio del terreno in tutte le sue componenti,si tratta di saper interpretare i movimenti che le sempre più intense precipitazioni causano ai suoli agricoli; si studia infine la sistemazione dei terreni con opere di conservazione di questa importante risorsa naturale. Economia: si studiano i vari aspetti del mondo economico che ci circonda, visto dalla parte dei consumatori e delle imprese; ne conseguono i relativi approfondimenti sulla funzione delle Stato e del sistema bancario. Estimo: è la disciplina che porta a valutare i beni economici ed ambientali con lo scopo di esprimere giudizi necessari al controllo delle risorse non rinnovabili e stimare il valore di terreni e fabbricati.

 

TOPOGRAFIA

E’ la disciplina che si occupa del rilievo e della successiva rappresentazione grafica del territorio e dei suoi particolari naturali ed artificiali, utilizzando strumenti tradizionali, come i teodoliti elettronici, ed altri di più stretta attualità, quali il GPS e l’AUTOCAD.

 
I LABORATORI
 

Laboratorio di disegno e progettazione: il laboratorio è dotato di postazioni PC collegati in rete, proiettore, plotter, stampante e scanner, nel quale viene sviluppata la grafica 2D/3D e il rendering tramite l’utilizzo di software per il disegno e per la progettazione. Vengono utilizzati software quali BIM - Building Information Modeling - per le attività di pianificazione, progettazione, costruzione e gestione di edifici e infrastrutture. Software di calcolo per l’analisi strutturale, dimensionamento e disegno delle opere in zona sismica. Software per la certificazione energetica e per la verifica delle prestazioni energetiche ed infine la realtà virtuale tramite visore ottico 3D.

Laboratorio di tecnologia dei materiali: utilizzato per lo studio dei materiali da costruzione, vengono eseguite prove sugli aggregati, sui laterizi, sulle malte, sui calcestruzzi ordinari e sui calcestruzzi alleggeriti,  sugli acciai e prove non distruttive sul calcestruzzo armato in sito.

Laboratorio di Cantiere: Utilizzato per le attività di costruzione di murature faccia a vista ed archi, costruzione di pareti e pavimenti con relativi isolamenti termo-acustici e realizzazioni di solai in latero-cemento, di tetti piani e di tetti in legno.

Laboratorio di Topografia: in questo laboratorio vengono svolti rilievi plano-altimetrici di terreni e di fabbricati tramite l’utilizzo di n. 2 stazioni totali; rilievo di interni tramite l’utilizzo di doppimetri, cordelle metriche e distanziometri laser. Gli studenti hanno modo di utilizzare livelle laser autolivellanti e stadie e mire riflettenti oltre all’uso di software per  la redazione di atti di aggiornamento catastale.

 

LE COMPETENZE

A conclusione del percorso quinquennale, il Diplomato nell’indirizzo “Costruzioni, Ambiente e Territorio” consegue i risultati di apprendimento di seguito specificati in termini di competenze.

  • Utilizzare gli strumenti idonei per la restituzione grafica di progetti e di rilievi, selezionare i materiali da costruzione in rapporto al loro impiego e alle modalità di lavorazione.
  • Rilevare il territorio, le aree libere e i manufatti, scegliendo le metodologie e le strumentazioni più adeguate ed elaborare i dati ottenuti.
  • Applicare le metodologie della progettazione, valutazione e realizzazione di costruzioni e manufatti di modeste entità, intervenendo anche nelle problematiche connesse al risparmio energetico nell’edilizia.
  • Organizzare e condurre i cantieri mobili nel rispetto delle normative sulla sicurezza.
  • Compiere operazioni di estimo in ambito privato e pubblico, limitatamente all’edilizia e al territorio.
  • Gestire la manutenzione ordinaria e l’esercizio di organismi edilizi.
 
GLI SBOCCHI OCCUPAZIONALI

Al termine del regolare corso di studi, il titolo di Diplomato in Costruzioni, Ambiente e Territorio consente al diplomato di: 

  • iscriversi all'università, valorizzando così la adeguata preparazione acquisita nei cinque anni di studio soprattutto nelle discpline tecnico-scientifiche;
  • inserirsi nel settore delle imprese, delle aziende produttrici, di trasformazione e della commercializzazione dei prodotti;
  • concorrere per un posto di lavoro dipendente presso gli uffici pubblici in cui sia richiesta la presenza di un apposito quadro tecnico;
  • esercitare la libera professione previo un biennio di tirocinio presso uno studio professionale ed il relativo esame di stato finale

I settori pertinenza del Diplomato in Costruzioni, Ambiente e Territorio libero professionista sono:

  • Rilievo topografico
  • Operazioni catastali
  • Progettazione, calcolo, direzione dei lavori e collaudo delle costruzioni previste dalla normativa
  • Direzione dei cantieri e contabilità dei lavori
  • Stima immobiliare e mobiliare di aziende per conseguire finanziamenti bancari o per fini assicurativi
  • Assistenza tecnica in atti notarili
  • Amministrazione di condomini e relativa assistenza tecnica alle manutenzioni
  • Forestazione e trasformazioni fondiarie di aziende agricole
  • Denunce di successione e pratiche per gli Uffici Tecnici Erariali e Fiscali con difesa tecnica innanzi alle commissione tributarie